SOVRAINDEBITAMENTO: PROTOCOLLO D’INTESA

Siglato l’accordo d’intesa tra  Piano Debiti e Movimento Difesa del Cittadino, volto ad un’attività comune al fine di promuovere la divulgazione e la corretta applicazione delle procedure relative alla Legge 3/2012 in favore dei soggetti sovraindebitati.

La legge delega di riforma fallimentare introduce una maggior tutela dello strumento “cessione del quinto” che potrebbe avere sviluppi nefasti sul cittadino sovraindebitato. E’ quanto denunciano il Movimento Difesa del Cittadino e l’Associazione italiana Sovraindebitamento secondo cui tale modifica renderebbe più difficile applicare la Legge 3/2012, la cosiddetta Legge Salvasuicidi, nei casi in cui tra i debiti ci sono finanziamenti contro cessione del quinto. Si tratta della maggior parte delle pratiche che riguardano i consumatori.

Molte famiglie  proprio in conseguenza del pagamento delle rate di cessione del quinto, vivono momenti di difficoltà economica estrema.

Ad oggi non esiste,infatti, un problema cessione del quinto rispetto alla Legge 3/2012 poiché, dopo un’incertezza iniziale, diversi Tribunali,  hanno iniziato a “trattare” questa forma di finanziamento come tutti gli altri finanziamenti chirografi. Di fatto permettendo di intervenire incisivamente anche in situazioni di sovraindebitamento dove esistono cessioni o deleghe di stipendio. Una serie di pronunce di merito che vedono la cessione del quinto perfezionata solo quando il credito è maturato e non su un eventuale credito futuro. Pertanto i crediti futuri restano nella disponibilità del cedente e sono disponibili per la procedura.

Approfondimenti: Piano Debiti 

Per maggiori informazioni:

Segreteria: Tel. e Fax: 06.92948683 – Cell:392.2329237
E-mail:sportelloroma10@mdc.it
Twitter:  @mdcroma10
Facebook: MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO ROMA 10 

Rispondi