MDC: obsolescenza programmata su milioni di smartphone

Il caso Apple squarcia il velo dell’obsolescenza programmata su milioni di smartphone dei consumatori italiani. MDC presenterà un esposto all’Autorità Antitrust

L’obsolescenza programmata non “colpisce” solo i grandi elettrodomestici, ma oramai riguarda anche prodotti di alta tecnologia come gli smartphone in possesso di milioni di consumatori anche in Italia. E il caso Apple che ha recentemente riconosciuto di rallentare temporaneamente i vecchi modelli di smartphone, in relazione al deterioramento della batteria potrebbe presentare, se confermato, addirittura gli estremi dell’accesso abusivo ad un sistema informatico con l’aggravante del danneggiamento reto previsto in Italia dall’art. 615 ter del Codice penale.

L’iPhone è lo smartphone più popolare di tutti i tempi e solo nel 2017 ne sono stati venduti 223 milioni. Sarebbero dunque milioni i consumatori ingannati anche in Itala.

Per fortuna esiste un’Autorità garante della concorrenza e del mercato che è già intervenuta contro Apple rispetto alla violazione della garanzia legale. MDC ha depositato un esposto all’Antitrust su questo caso rilanciando anche la denuncia dei due azionisti dell’azienda che hanno chiesto pubblicamente di intervenire per ‘contenere’ la dipendenza da iPhone dei bambini sviluppando nuovi strumenti software per aiutare i genitori a controllarne l’uso da parte dei figli.

Fonte: Comunicato Stampa 10/01/2018 – Movimento Difesa del Cittadino (MDC)

Per informazioni:

Segreteria: Tel. e Fax: 06.92948683 – Cell:392.2329237

E-mail: sportelloroma10@mdc.it

Twitter:  @mdcroma10

Facebook: MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO ROMA 10 

Rispondi